mercoledì 16 giugno 2010

Leggere e rileggere, ma perché, se poi sai come finisce?


Orgoglio e pregiudizio, è la terza volta che leggo questo romanzo.
Mi è capitato più volte di rileggere una storia che avevo già letto, non so perché, forse per tentare di capirla meglio, per godere di ogni sfumatura o, molto probabilmente, per rivivere le emozioni dei miei protagonisti preferiti.
Il primato lo detiene "Il conte di Montecristo": letto ben 13 volte!
"Il signore degli anelli", circa tre volte.
"Il fu Mattia Pascal", un paio di volte.
"La famiglia di Pascual Duarte" un paio di volte.
E forse anche "Angeli e Demoni" un paio di volte.
Ah, dimenticavo "Robinson Crusoe", ma quello solo per sostenere l'esame di Letteratura inglese I, altrimenti non mi sarei mai sognata di leggere più di una volta il Robisnon, senza offesa per Defoe, ma se solo lo avesse curato un po' di più, sarebbe magari più gradevole, invece di inserire 7 pallosissime pagine che spiegano come fare il pane!

Qual è il romanzo che avete letto più volte, e perché?