lunedì 12 aprile 2010

I programmi spazzatura


Questo che riporto è un commento postato da me in risposta ad un post in un blog molto interessante , intitolato "Nemici di Maria". Già dal titolo si capisce di cosa si sta parlando... Vi consiglio di fare un saltino nel suddetto blog!

...............................

Lo scopo di questi programmi è, sostanzialmente, quello di intrattenere.

Non nego di aver visto, quasi ogni lunedì sera, la puntata del GF10. Perché? Motivi personali (periodo di tesi e studio full-immersion, e quindi la sera avevo voglia di "guardare cose leggere, frivole").

La cosa che manca, ad un approccio ai suddetti programmi, è la coscienza critica. Perché uno può benissimo scegliere di guardare il Grande Bord...ehm Fratello ma deve farlo con occhio critico.
Guardare la tv con coscienza.
Ma questa è un'utopia!

La stragrande maggioranza di persone che segue questi programmi sono o ragazzini, o adulti affetti dall'analfabetismo di ritorno e come tali sprovvisti di vera coscienza critica.
E' facile cadere nella trappola dei "miti mediatici" (vedi Mengoni o Scanu che hanno fatto faville a San Remo solo perché erano già conosciuti. Oppure tutti gli esagerati fan di Mauro Marin, GF).

Il mio parere riguardo le conseguenze è che queste possano, a lungo andare, essere viste non più come conseguenze "negative" ma come conseguenze "normali e necessarie".

Guardare una puntata del Grande Fratello senza coscienza critica ci rende stupidi. Ci massifica. Nei pensieri, nelle azioni e nelle aspettative.
E' come fare una riforma scolastica eliminando lo studio di discipline come la storia e la filosofia.

Per cui, lasciate che le vostre madri/i vostri figli guardino il trenino di Costanzo, ma non lamentatevi se poi al governo ci sarà sempre un pifferaio magico!

Firmato una che la farà sempre fuori dal vaso.