sabato 1 maggio 2010

Ricordo [Poesia]


Cado.
Come le foglie ingiallite di un albero,
mi lascio cullare dal vento
e cado,
bagnata dalla fitta pioggia audace
che su di me riversa
il dolore del peccato,
e mi purifica.
Grande e fragile,
raccoglimi
in una fredda mattina d'autunno
e donami il calore delle tue mani.
Decisa
ti seguirò nella corsa che giunge alla sera,
senza perdere di vista il mio ramo,
le brevi notti della bella stagione.
Ricordami
in una pagina ingiallita di diario
e traccia il contorno delle mie forme
caduche
passate
svanite nel tempo.
Ciò che sono, sei tu.
La nostra storia
è scritta nel ricordo degli altri