venerdì 21 maggio 2010

Omertà (poesia)


"Zittute, camìna.
Un parrari, un taliari!"
L'uomo si dissolse nell'ombra e
l'aria portò con sé uno sparo
vigliacco.
Gli occhi del bambino
rivolti alla madre,
batterono l'eco
disumana.
Ma l'urlo silenzioso
era vivido, palpabile.
La mano tremante,
il braccio teso
tirato con forza:
"zittute, camìna.
Un parrari, un taliari!"